Seleziona una pagina

Sei arrivata al primo giorno in cui tiri su la serranda del tuo nuovo centro estetico. Oppure, questo giorno lo stai solo sognando da tempo…
In questo post ti spiegherò come evitare di commettere gli errori tipici di chi apre un centro estetico senza conoscerne le effettive dinamiche.

Ah, dimenticavo, io sono Michela Ferracuti e per mestiere seguo titolari di centri estetici dall’apertura allo sviluppo. Sono autrice dei libri “Apre un Centro Estetico”, “Estetista Imprenditrice, Manuale Pratico per l’Estetista di Successo”, “Il marketing non serve a un ca**o” e “Vendere non serve a un ca**o”.

Agevolazioni per aprire un centro estetico 2020

Esistono alcune agevolazioni per le aperture di un nuovo centro estetico, specialmente se il titolare è donna ed è ancora piuttosto giovane.

Nella manovra di bilancio del 2021 è stato previsto un fondo per l’imprenditoria femminile che prevede:

  • contributi a fondo perduto per avviare imprese femminili
  • finanziamenti a tasso zero, finanziamenti agevolati, combinazioni di contributi a fondo perduto e finanziamenti per avviare e sostenere le attività di imprese femminili
  • incentivi per rafforzare le imprese femminili, costituite da almeno 36 mesi
  • percorsi di assistenza tecnico-gestionale, per attività di marketing e di comunicazione

Per avere maggiori informazioni è consigliabile rivolgersi al proprio commercialista o consultare la propria associazione di categoria.

Quanto guadagna un centro estetico

E’ impossibile definire il guadagno di un centro estetico. Dipende dalla zona, da quanto tempo si è aperti, dalla propria reputazione e anche dal numero di dipendenti.

Ciò che conta è capire che è possibile calcolare, in linea teorica, quanto è possibile incassare lavorando al massimo dell’occupazione della propria agenda.

Se, infatti, in un giorno medio si possono seguire, tanto per fare un esempio, 10 clienti, sarà sufficiente calcolare il ricavo medio per cliente per avere un’idea dell’incasso mensile, e quindi annuale, di un centro estetico.

Se si tratta di una nuova apertura, si possono solo fare delle previsioni, e non è possibile, in questo post, dare dei numeri attendibili poiché anche il tipo di servizi svolti concorre nel definire l’incasso potenziale. Se si svolgono solo trattamenti base, l’incasso medio per cliente sarà basso, se si svolgono anche trattamenti avanzati e si riescono anche a vendere dei prodotti, sarà possibile aumentare di molto il ricavo medio per cliente.

Restando ai 10 clienti giornalieri, il ricavo medio potrebbe essere di 30 euro per cliente oppure anche 70/80. Quindi l’incasso giornaliero potrebbe variare dai 300 agli 800 euro.

Se hai lavorato come dipendente in un centro estetico potrai tranquillamente chiedere questi dati alla tua titolare, oppure provare a calcolarli sulla base della tua esperienza.

Ciò che devi comprendere è che sarà importantissimo imparare ad acquisire delle tecniche di sviluppo della spesa media del cliente, sempre tenendo sotto controllo i costi (che sono spesso così elevati da erodere gran parte dei profitti). Per questo, ti consiglio la lettura del mio libro Aprire un Centro Estetico. Clicca qui per saperne di più

Come deve essere un centro estetico

La domanda, che mi viene rivolta molto spesso, in realtà ha molteplici risposte, a seconda del senso con cui la si esprime.

Da un punto di vista strutturale ed esteriore, dovrai calcolare in modo adeguato la divisione degli spazi. Evita di fare come molte estetiste che ogni 2 anni rivoluzionano gli interni del locale solo per assecondare il desiderio di novità. Impiega più tempo all’inizio in modo da trovare subito la disposizione più corretta.

Suddividi il centro estetico in modo da calcolare gli spazi necessari per lo svolgimento dei vari servizi.
Riserva uno spazio in cui posizionare il bancone della reception.
Riserva uno spazio per accogliere i clienti in attesa (possibilmente non attaccato al desk, in modo da poter parlare con il cliente anche di possibili offerte, prezzi speciali e rateazioni senza che gli altri clienti possano ascoltare).

Aprire un centro estetico: i costi

Per quanto sia impossibile definire con precisione quali siano i costi relativi all’apertura di un centro estetico (dipende dalla zona, dalla dimensione, dalla tipologia di macchinari da utilizzare, eccetera), è bene non correre il rischio di sotto stimare i costi iniziali.

Oltre ai costi fissi (notaio in caso di stipula di una società, iscrizione alla camera di commercio, apertura partita IVA, commercialista, arredamento, lavori nel locale, macchinari), devi considerarne altri che non sono così intuitivi.

Spesso infatti si affitta un locale senza prevedere che occorrerà pagare l’agenzia immobiliare (uno o due mensilità), e sostenere il costo (che sarà restituito ma solo al termine della locazione) relativo alla caparra (due mesi di affitto, in genere).

Non solo: tendenzialmente si pensa che il giorno stesso in cui si avranno le chiavi del negozio sarà possibile aprire e, quindi, incassare. Purtroppo non è così.

Ci vorranno svariate settimane per svolgere i lavori (metti sempre in preventivo dei ritardi).
Poi, ci vuole il tempo necessario per l’arrivo degli arredi e dei macchinari.
E occorrerà attendere le varie autorizzazioni da parte delle autorità comunali.

Posso tranquillamente dirti che ho visto attività partire dopo 8-10 mesi dalla stipula del contratto!

10 Mesi di ritardo significa non guadagnare per 10 mesi, pagando 10 mesi di affitto.

Calcola con attenzione anche questi costi, così come non devi mai dimenticare che ti serviranno degli investimenti in comunicazione per poter attirare nuovi clienti. I clienti non si materializzeranno magicamente solo perché tirerai su la serranda.

Ti ci vorrà quindi un sito web (dai 1.500 ai 3.000 euro), delle campagne Facebook e Google (almeno 300 euro mensili).
Per sapere come investire nella comunicazione per il tuo centro, ti consiglio la lettura del mio libro Aprire un Centro Estetico, che trovi qui.

Costi fissi centro estetico

Ogni mese dovrai sostenere dei costi per il tuo centro estetico.

Possono essere dei costi fissi e dei costi variabili.

I costi fissi riguardano:

  • Affitti e mutui
  • Canoni di noleggio dei macchinari
  • Commercialista
  • Consulente del lavoro
  • Eventuali stipendi per i dipendenti
  • Luce, gas, acqua, internet

Devi però considerare anche i costi variabili, ossia quelli che variano al cambiare delle ore lavorate. Tra questi consideriamo ad esempio i costi per i prodotti, i costi per i materiali usa e getta (guanti, mascherine, strumenti vari), eventuali beauty esterne (che personalmente sconsiglio sempre!).

Devi conoscere nei dettagli quanto dovrai incassare per coprire tutti i costi in un anno. Fatti aiutare da un commercialista per definire i vari costi senza pensare di poterli ignorare: la differenza tra chi ha un centro estetico di successo e chi ne ha uno che non gli paga neanche l’equivalente di uno stipendio consiste nella capacità di tenere sotto controllo i numeri. Non hai idea di quanti centri estetici io conosco che, pur incassando centinaia di migliaia di euro l’anno, risultano essere in perdita, o giù di lì.

Spese mensili centro estetico

Se vuoi calcolare con esattezza a quanto ammontano le spese mensili ti consiglio di prendere carta e penna (sarebbe meglio un foglio Excel) ed elencare tutti, ma proprio TUTTI i costi che sostieni o dovrai sostenere ogni anno, senza tralasciarne nessuno (mettici dentro anche il caffè, i detersivi, la donna delle pulizie, i camici, la lavanderia, eccetera) e suddividile per 12.

A cosa serve conoscere l’ammontare delle spese mensili?

Serve perché è su questo numero che dovrai impostare i tuoi obiettivi di ricavo. Se le spese mensili ammontano a 2000 euro, tanto per dire un numero, tu sai che, prima di poter andare in attivo, dovrai incassare quella cifra. Sotto quella cifra stai lavorando in perdita.

Come avviare con successo un centro estetico

Se stai per aprire un beauty center, un centro estetico, un negozio da estetista e non vuoi correre il rischio di dimenticare qualcosa o di avviarlo senza avere le conoscenze necessarie per farlo poi girare a pieno regime, ti consiglio di leggere il mio libro “Aprire un Centro Estetico”, che trovi qui.

Ho seguito l’apertura e il successivo avviamento di decine di nuovi centri estetici e posso dirti che gli errori che vengono commessi tipicamente sono molto diffusi ma anche facilmente evitabili, purché si sappia come intervenire e in che modo.